x

x

Napoli Pride, si sfila al motto di “…e che burdello”

Ritorna dopo due anni di stop a causa della pandemia, il Napoli Pride sotto forma di corteo.

Questo si era fermato nel 2020 che nel 2021, ma ora riattraverserà le vie della città più determinato che mai a chiedere diritti per la comunità Lgbt+.

L’appuntamento è per le 15 in Piazza Municipio.

I discorsi istituzionali si terranno alle 17.

Mentre il corteo, guidato dalla madrina di questa edizione Bianca Guaccero, partirà alle 18 per attraversare via Toledo e piazza del Plebiscito, e infine raggiungere, alle 21, via Nazario Sauro, dove è in programma una grande festa con artisti, musica e colore sotto la direzione artistica di Diego Di Flora.

A condurre la serata ci saranno Teresanna Pugliese e Vito Coppola. Tra gli ospiti che animeranno il palco: Valeria Marini, Alexia, Maria Mazza, Marco Carta, Priscilla, Vergo, Virginio, Antonino, Rosario Miraggio, Emiliana Cantone, Mr. Hyde, Rico Femiano, Mavi e Bellatrix. Lo slogan scelto è “…e che burdello!”, un’espressione per condannare la mancanza di diritti e i limiti alla libertà di espressione in tema di sessualità in Italia e nel mondo.

La manifestazione, promossa dalle associazioni Lgbt+, Antinoo Arcigay Napoli, associazione Trans Napoli, Alfi le Maree Napoli, con il sostegno di Famiglie Arcobaleno, Agedo, Pochos, Pride Vesuvio Rainbow, Arci Mediterraneo e Csv Napoli, è co-organizzata con il Comune di Napoli e gode dei patrocini di Regione Campania, Città metropolitana di Napoli e Consolato degli Stati Uniti.

“Sarà un Pride che ricorderà come negli Usa sia stata bocciata una legge importantissima per i diritti, così come in Italia è naufragato il Ddl Zan. – commenta Antonello Sannino, segretario di Antinoo Arcigay Napoli – C’è un mondo che si divide, ma Napoli è inclusiva e accogliente e sempre lo sarà”.