x

x

Butterfly Fox Life: la storia della bimba Max che vuole diventare Maxine

La serie racconta la storia della piccola che vuole cambiare sesso e il dramma vissuto dalla sua famiglia

Butterfly. Fox Life: la storia di Maxine intrappolata nel corpo di Max

Una miniserie in tre episodi che mette in scena tematiche toccanti e molto complesse, quella che va in onda su Fox Life (Sky 114). Il serial britannico ha ricevuto grande successo nel Regno Unito, registrando il boom di ascolti e suscitando molte reazioni nel pubblico.

Creato da Tony Marchant, Butterfly, racconta la storia di Max, una bambina di 11 anni intrappolata in un corpo maschile, che esprime il forte desiderio di diventare femmina. Il tema dell’identità di genere è affrontato sotto molti punti di vista, esaminando le reazioni che la vicenda della piccola suscita nei suoi familiari. La lotta con sé stessa e la propria sessualità solleva nei diversi personaggi comprensione, scetticismo, avversione e pregiudizio.

Butterfly. Fox Life: le diverse generazioni a confronto sul tema dell’identità di genere

La richiesta di Max di avviare il processo di cambiamento di sesso, potendo finalmente esprimere sé stessa, scatena dinamiche familiari molto forti e complesse. La famiglia della bambina reagisce in maniera diversa e diametralmente opposta dinanzi a questa enorme e difficile circostanza. I genitori si trovano a vivere in maniera differente questa situazione e scelgono di supportare il figlio secondo visioni distinte. Stephen, il padre del protagonista, non accetta il fatto che l’undicenne si comporti da femmina, vestendosi di rosa, truccandosi e ascoltando la musica di Kylie Minogue. L’uomo è fermamente convinto che quella vissuta dal ragazzino sia solo una fase passeggera della vita, dominata da grande confusione e che quindi come tale vada trattata. La mamma, Vicky, rispecchiando la natura più comprensiva insita nelle donne, comprende e accetta le motivazioni profonde del malessere provato dal figlio. Si dice dunque pronta a supportarlo in ogni sua scelta, senza esitazione, affinché stia bene con sé stesso e possa esprimere la propria vera identità. Il suo benessere e la sua felicità per la donna, vengono al primo posto e non possono essere sacrificati a causa delle resistenze del marito. Il conflitto tra i due è tale da portare alla separazione della coppia. Questo avvenimento destabilizzerà ancora più il già delicato equilibrio personale di Max.

Infine, la nonna Barbara, che rappresenta il passato, rimane salda ai principi morali secondo i quali le distinzioni di genere sono nette e precise. E dunque, queste problematiche sono per lei solo delle assurdità frutto della modernità incerta e mutevole. A suo parere devono allora essere combattute e respinte.

Butterfly. Fox Life: un cast brillante

I componenti del nucleo familiare di Max non sono altro che il ritratto della società nella quale convivono diverse generazioni che affrontano in maniera diversa un tema così attuale. Ognuno è portatore di una propria epoca storica, di una propria cultura e ognuno manifesta una diversa sensibilità nei confronti della storia vissuta  dal bimbo.

Questa immagine così realistica è messa in scena da un cast brillante. Ad interpretare il ruolo della madre c’è Anna Friel, mentre nei panni del padre iritroviamo Emmett J Scanlan. Il protagonista della serie è interpretato dal Callum Booth-Ford, giovane attore apprezzatissimo dalla critica.