x

x

SBARCA IN ITALIA INSTINCT, LA PRIMA SERIE CHE PORTA UN PROTAGONISTA GAY NELLA TV GENERALISTA

Il primo personaggio dichiaratamente Gay è sbarcato sul network generalista americano Cbs e, dall’8 aprile, approda su Rai 2

Instinct

La serie che è stata definita una pietra miliare da alcuni giornali americani, da domenica 8 aprile sarà visibile anche in Italia su Rai 2. Instinct, il drama-thriller creato da Michael Rauch e tratto dal romanzo bestseller Murder Games di James Patterson, conta tredici episodi trasmessi quasi in contemporanea con gli Stati Uniti. Al centro della trama c’è Alan Cumming (famoso per i suoi ruoli in GoldenEye, X-Men 2, Emma, Eyes Wide Shut, E’ complicato, The Tempest, Titus, La vendetta di Carter) che interpreta Dylan Reinhart, un ex agente della CIA, stimato professore e romanziere apertamente Gay. Famoso docente di criminologia dell’Università della Pennsylvania si vede la vita trasformata quando la detective Lizzie Needham (Bojana Novakovic), del dipartimento di polizia di New York, chiede il suo aiuto per catturare un serial killer che uccide le sue vittime ispirandosi proprio al suo ultimo romanzo. Reinhart accetta di rimettersi in gioco come agente in prima linea ma rischia di compromettere il suo rapporto con il marito Andy (Daniel Ings), a cui aveva promesso di non tornare mai più a lavorare per la CIA. Nel cast compare anche il premio Oscar Whoopi Goldberg, nel ruolo di editrice di Reinhart.

La prima volta di un protagonista gay in una tv generalista

Il debutto di Instinct su Rai 2 ha creato non poco scalpore fra la stampa nazionale: si tratta, infatti, della prima volta che la tv generalista decide di trasmettere uno show che conta su un protagonista dichiaratamente Gay. Scelta che accomuna Cbs e Rai. La serie ha già conquistato pubblico e critica e, anche se la trama rappresenta una tematica già affrontata in diversi prodotti come The Mentalist, promette di allontanarsi dalle solite dinamiche sentimentali affiancando due protagonisti che non avranno alcun legame romantico.

Il creatore della serie Michael Rauch rivendica di essere il primo ad inserire come protagonista di una serie in prima serata un personaggio gay, che è “brillante, spiritoso, eccentrico, leale, impavido e felicemente sposato”.

Nelle serie tv fino ad oggi i personaggi Gay risultavano sempre come persone marginali o emarginate, oscurate dai protagonisti etero, proseguendo nella cultura degli stereotipi. Rauch ha, invece, voluto rappresentare un omosessuale che deve essere giudicato dalle sue virtù, difetti e stranezze e non solo da chi ama.

La scelta dell’interprete di Dylan è caduta subito su Alan Cumming, icona degli omosessuali e attore di grandissimo talento che ha usato la sua voce per combattere la discriminazione e l’abuso di potere nei confronti della comunità LGBT. Alan ha accettato Instinct proprio perché il suo personaggio è apertamente Gay e sposato.

Nella serie Dylan e suo marito non lottano per la propria sessualità, cose che si danno già per scontate, ma semplicemente c’è la storia di un poliziotto di New York che risulta essere Gay, partner di una poliziotta etero: una visione realistica e completa della società.

Rauch conclude dicendo: “Dopo aver seguito questa serie un adolescente gay potrebbe volersi unire alla CIA, ispirato dal bravo Dylan. E molti rimarranno stupiti dal constatare che un matrimonio omosessuale non è diverso da un matrimonio etero. Penso che tra qualche anno molti si meraviglieranno che solo nel 2018 si sia potuto vedere in TV un protagonista gay e si chiederanno perché ci abbiamo messo così tanto tempo?”.