x

x

De Niro Trump: “Ho un figlio gay e sono preoccupato per lui”

L’attore hollywoodiano racconta di essere padre di un figlio omosessuale e di non essere tranquillo per lui a causa delle politiche sessiste e omofobe dell’attuale Presidente USA.

De Niro Trump: l’intervista a The Guardian

Robert De Niro, 75 anni, originario di New York, in un’intervista al magazine The Guardian, è tornato a criticare duramente Donald Trump. Il due volte premio Oscar è padre di sei figli, di varie etnie, nati da tre diverse donne. Uno di questi, ha rivelato l’interprete de Il Padrino, è gay. E lui è molto preoccupato che debba vivere in questo clima di odio e discriminazione. De Niro, in passato, aveva attaccato il presidente degli Stati Uniti in diretta tv, accusandolo di essere un “suprematista bianco” e persino un “fascista”. Nell’intervista al quotidiano americano ha detto:

“Quando vedi qualcuno come [Trump] diventare presidente, pensi ‘bene, OK, vediamo cosa fa – forse cambierà’. Ma è solo peggiorato. Ha dimostrato di essere un vero razzista. Ho pensato che forse come newyorkese capisce la diversità della città, ma è pessimo proprio come pensavo – anzi è molto peggio. È un peccato. È una brutta cosa in questo Paese”.

E ha poi aggiunto:

“Sì, mi preoccupo, uno dei miei figli è gay e ha paura di essere trattato in un certo modo. Ne parliamo”.

Nel 2014, il 75enne aveva già parlato dell’orientamento omosessuale del padre, il famoso pittore Robert De Niro Sr. E aveva raccontato delle difficoltà affrontate dall’uomo nell’accettarsi:

Mio padre viveva in modo conflittuale la sua omosessualità. E come poteva essere altrimenti?  Essendo di quella generazione, e specialmente a Syracuse, una piccola città dello stato di New York”.

E ha svelato come lui stesso non fosse a conoscenza del fatto che il genitore fosse gay:

Io non mi ero accorto che fosse gay. E adesso vorrei che avessimo parlato di più della sua omosessualità. Ma mia madre non voleva parlare di nulla in generale e quando hai una certa età queste cose non ti interessano”.

De Niro ha poi aggiunto:

“L’importante è non nascondere niente. La cosa più importante è la verità. Avrei dovuto farlo dieci anni fa, ma sono contento di averlo fatto adesso”.