x

x

HEAVEN: IL PARADISO NEL CUORE DI LONDRA

haven coolcuoreL’Europa offre moltissimi locali per la comunità LGBT degni di nota. Dai locali storici a quelli più moderni, in ogni paese esistono diversi luoghi dove divertirsi, incontrare persone e godere dell’ospitalità locale.

Londra
Londra è da sempre una città simbolo per la comunità arcobaleno LGBT e qui l’omosessualità è stata legalizzata fin dal 1967. Il quartiere di Soho è il cuore pulsante di questa comunità che è a accettata e rispettata anche grazie alla Regina Elisabetta che, per la selezione del personale di sicurezza delle sue residenze di Windsor e Balmoral, sottolineò che per l’invio dei curriculum erano ben accette richieste di donne, gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. La capitale del Regno Unito è scelta da molti gay provenienti da ogni parte del mondo, che spesso vi trascorrono un city break attratti dalla sua vita notturna.

Heaven
Uno dei locali omosessuali più famosi al mondo si trova a Londra: l’Heaven. Nei pressi del Tamigi in Villiers Street, vicino a Charing Cross, è famoso grazie al suo fascino intramontabile, ricco di suggestioni che mette in scena ogni sera sul palco. Qui si sono esibite alcune delle star più amate dal popolo gay: Madonna, Cher, Katy Perry e Boy George, grandi nomi della musica pop che hanno reso l’Heaven, un ritrovo esclusivo.
Heaven è stato inaugurato nel dicembre 1979 da Jeremy Norman in una vecchia discoteca chiamata Global Village, che si trovava negli archi sotto la stazione di Charing Cross. Gli interni hi-tech originali sono stati progettati dal suo partner, Derek Frost. Norman, grazie alla sua esperienza nello gestire night club, è riuscito a creare un nuovo tipo di club gay, trasformando l’Heaven nel centro della vita notturna gay londinese. Da notare che prima della sua apertura, la maggior parte dei locali gay a Londra erano piccole cantine sotterranee o pub. L’Heaven ha portato la discoteca gay nel Regno Unito e ha dato a Londra un club per rivaleggiare con il super club gay newyorkese del momento, The Saint.

Gli splendidi spettacoli degli anni ’90
L’Heaven a metà degli anni ’90 il mercoledì ospitava una serata chiamata Fruit Machine, con la signorina Kimberly e le sue drag queen. Il venerdì erano “Garage” con i DJ Blu Peter e Mrs Wood, mentre il sabato sera ospitava una grande varietà di feste, con il tema che cambiava settimanalmente: ad esempio per la festa in spiaggia, il locale era riempito di sabbia e una rete da beach volley veniva eretta sulla pista da ballo. Altre notti, in estate, hanno consentito l’uso della “piscina” del locale, nascosta sotto il palcoscenico.

Divertimento assicurato
Oggi l’Heaven conta  tre piani, un grandioso impianto audio e, nella sala principale, pazzeschi spettacoli di luci: un locale per chi vuole divertirsi davvero. Consigliato non perdersi le convenienti serate per studenti, G-A-Y’s Porn Idol e Camp Attack, e la serata gay principale del sabato (anche con la realizzazione di timbri personalizzati).
Il divertimento inizia già il lunedì con la celebre serata chiamata Popcorn, ma la discoteca Heaven è aperta anche il mercoledì, giovedì, venerdì ed ospita le serate dello storico G-A-Y Club. Durante la settimana sono spesso in programma eventi con musica dal vivo.