x

x

Mondiali 2018: Apertura casa di orgoglio LGBT prima del fischio di inizio

Prima del fischio di inizio dei Mondiali di calcio 2018, a San Pietroburgo si aprirà una casa di orgoglio LGBT: lo ha reso noto ufficialmente l’agenzia di stampa russa Fontanka.ru in occasione del servizio stampa dei giudici che “hanno risolto una controversia sul luogo di tolleranza con i funzionari, come richiesto dai rappresentanti della comunità LGBT locale”.

Apertura Casa di orgoglio LGBT a San Pietroburgo prima dei Mondiali 2018

Il 20 aprile verrà aperta, prima dell’inizio dei mondiali di calcio 2018, una casa di orgoglio LGBT. Come richiesto dai rappresentanti della comunità di lesbiche, gay, bisessuali e transgender, in questo posto “singolare” molti tifosi potranno trovare un luogo dove poter appagare i propri bisogni ed interessi.

I rappresentanti della comunità LGBT locale hanno richiesto che la controversia sul luogo di tolleranza fosse risolta dai giudici di San Pietroburgo e così è stato. Nella denuncia è stato, infatti, riportato formalmente che l’apertura della casa dell’orgoglio LGBT “sarà prevista nei giorni che precedono l’inizio del campionato mondiale di calcio 2018”.

Al fine di divulgare questo importante evento, i rappresentanti delle minoranze sessuali avrebbero dovuto ricevere le opportune e dettagliate informazioni.

Ciò sarebbe dovuto avvenire in occasione del raduno organizzato in piazza di Lydia Clement il 14-15 aprile scorso con un totale di 2.200 partecipanti.

Secondo i creatori della casa dell’orgoglio Nikolai Alekseev, Vladimir Ivanov e Sophia Mikhailova, il comitato per la legalità di Smolny si è rifiutato di organizzare manifestazioni a sostegno dell’orgoglio LGBT e della Parata gay.

Alla fine, i giudici russi hanno definitivamente riconosciuto come lecite le azioni dei funzionari e l’apertura della casa di orgoglio LGBT avverrà senza il sostegno di aiuti statali.