x

x

Papa Francesco in Irlanda accolto da bandiere arcobaleno

Ad attendere il Pontefice il Primo Ministro Leo Varadkar dichiaratamente omosessuale

Papa Francesco In Irlanda

Il Papa è arrivato in Irlanda dove è rimasto per due giorni in occasione dell’Incontro Mondiale delle Famiglie. Erano passati 39 anni dall’ultima visita del Pontefice nel paese, dopo quella di Giovanni Paolo II, che si recò a Dublino nel 1979.

Una volta atterrato, ha trovato ad aspettarlo migliaia di persone, tra cui decine di manifestanti pro diritti LGBT con bandiere rainbow a seguito.

A fare gli onori di casa, c’era il primo ministro del paese, il 39enne Leo Varadkar. Il premier è sposato da tre anni con Matthew Barrett.

Un viaggio complicato quello di Papa Bergoglio che ha dovuto per forza affrontare lo scandalo della pedofilia nel clero esploso negli ultimi anni e che ha molto colpito il paese.

Il discorso di Leo Vardkar a Papa Francesco

Varadkar si è rivolto al Sommo Padre con educazione ma al contempo con durezza. Il Primo Ministro irlandese ha sottolineato il fallimento della chiesa nella lotta contro gli abusi sui minori, sollecitando maggior impegno in questo senso. Francesco ha replicato alle sue parole ammettendo di provare dolore e vergogna e aggiungendo: “la Chiesa deve eliminare questo flagello ad ogni costo”.

Il Papa ha quindi incontrato a Dublino otto vittime di abusi sessuali compiuti da parte di preti pedofili, con cui si è intrattenuto per oltre un’ora

Il matrimonio egualitario è stato un altro dei temi caldi toccati dal pontefice. Nel 2015 un referendum ha legalizzato le nozze gay. in Irlanda, un paese in piena rivoluzione culturale e sempre meno cattolico.

Nei giorni precedenti l’arrivo di Bergoglio, durante l’incontro mondiale delle Famiglie, che si svolge ogni tre anni in luoghi sempre diversi, si è parlato di famiglie in gravi difficoltà economiche, di educazione e di accoglienza delle coppie omosessuali. Ovviamente però si attendeva l’arrivo di Papa Francesco.

Varadkar aveva già annunciato che avrebbe parlato al pontefice dei diritti degli esponenti LGBT mettendo in luce come la loro esclusione dalla chiesa faccia davvero male .E aveva aggiunto che avrebbe chiesto a Bergoglio un’apertura nei confronti delle famiglie omogenitoriali. Così, nel suo discorso di benvenuto ha sottolineato come sia il giunto il momento di dare avvio ad una pagina più matura nelle relazioni tra Santa Sede e Irlanda. L’Irlanda è infatti, ha proseguito, è una nazione molto diversa da quella di 39 anni fa, seppur i valori siano rimasti integri, includendo a tal proposito anche “la libertà individuale”. E così Vardkar si è soffermato sulle di famiglie formate da divorziati risposati e tra coppie dello stesso sesso.