x

x

Il piccolo Anthony aveva solo 10 anni

La tragica storia che andiamo a raccontare in questo articolo ci ha lasciati veramente senza parole. Anthony aveva solo 10 anni, ma questo non è servito a non soffrire, non ricevere abusi e a non essere maltrattato da coloro che dovevano solo “amarlo e proteggere”.

Anthony Avalos, era un bambino di soli 10 anni, che viveva a nord di Los Angeles precisamente a Lancaster. In un primo momento si era pensato ad un incidente, o per lo meno questo era quello che era stato dichiarato dalla famiglia nel momento in cui sono stati allertati i soccorsi. Ma una volta che i soccorsi sono arrivati sul posto la scena che si sono trovati difronte è stata a dir poco raccapricciante. Infatti il piccolo Anthony è stato trovato privo di sensi e completamente coperto di lividi e bruciature da sigaretta su tutto il corpo.

La “madre”, Heather Barron, per giustificare le condizioni del figlio, ha dichiarato che Anthony aveva appena fatto una brutta caduta che gli aveva provocato tutti i segni che riportava sul corpo. La polizia, però, fin da subito non ha creduto alla versione della madre in quanto le eccessive lesioni sulla testa e le bruciature di sigaretta non erano da imputarsi alla caduta, pur rovinosa, riportata dalla madre.

La corsa in ospedale dei paramedici è servita solo a rallentare la morte del piccolo Anthony, che non ce l’ha fatta. La responsabilità dell’accaduto però, oltre che per la madre e per il compagno, vanno imputati anche all’indifferenza della polizia e servizi sociali. Perché già nel lontano 2013, in tempi molto meno sospetti, c’erano state ben 16 denunce nei confronti della coppia, tutte verbalizzate dalla zia materna di Anthony, per abusi sui 7 bambini che avevano in affidamento, e ben 13 riguardavano esclusivamente Anthony.

Oltre agli innumerevoli abusi subiti, da un nonno in particolare, il fascicolo parla anche di maltrattamenti, privazione di bevande e alimenti, costrizione a mangiare dalla spazzatura e costrizione a svolgere combattimenti con i fratelli. I servizi sociali hanno accertato che il piccolo Anthony nelle ultime settimane di vita aveva fatto coming out, un coming out che, con tutta probabilità, gli è stato fatale.