x

x

La vincitrice dell’Eurovision “snobba” il premio russo: Netta Barzilai sarà impegnata al Pride di Tel Aviv

La 25enne cantante israeliana Netta Barzilai, vincitrice dell’ESC 2018 con la canzone “Toy”, snobba il premio in Russia e commenta “Andrò al Pride di Tel Aviv”. Il lato gay-friendly della vincitrice israeliana all’Eurovision 2018 ha determinato la sua ferma decisione di non ritirare il premio musicale Transformation: ecco le vere ragioni.

Netta Barzilai non ritira il Premio russo: quali sono le ragioni?

La 25enne cantante israeliana Netta Barzilai lo scorso 12 maggio ha vinto l’edizione 2018 dell’Eurovision Song Contest con la canzone “Toy”.

L’allegra esibizione canora ed il contenuto testuale della canzone, “Non sono il tuo giocattolo”, ha conquistato subito il pubblico, in particolare la comunità LGBT. Dopo Il televoto ha decretato la vittoria definitiva della giovane cantante, riportando il premio del festival canoro in Israele dopo 20 anni dall’ultima vittoria.

Già prima della partecipazione all’Eurovision, Netta era risultata tra le favorite e più amate dalla comunità LGBT: il suo lato gay-friendly ha determinato la ferma decisione di “snobbare” e di rifiutare il premio russo Transformation.

Nella Federazione russa, la decisione della vincitrice dell’Eurovision 2018 sta facendo molto discutere e ha lasciato tutti “a bocca aperta”.

Muz-TV, la versione russa di MTV, ha invitato Netta a ritirare il premio musicale Transformation, ma la stessa cantante ha “snobbato” completamente l’invito, dichiarando di avere “qualcosa di molto più importante da fare: l’8 giugno preferisco andare al Pride di Tel Aviv”.

Per ribadire la sua forte ammirazione nei confronti della comunità LGBT, la vincitrice israeliana ha sottolineato che “in Russia non ci sarebbe posto per un bell’evento come il Pride”.

Chi è Netta, la vincitrice dell’Eurovision 2018?

Sta facendo molto parlare la vincitrice dell’Eurovision 2018: si chiama Netta Barzilai e ha trionfato con la canzone “Toy”, che encomia l’empowerment al femminile.

Ha 25 anni e una carriera tutta in ascesa: la sua presenza non passa certo inosservata, i suoi look stravaganti e la sua performance canora la rendono già una vera star del Pop.

Ex-militare e volontaria per sei anni nel Nahal, Netta è stata anche maestra d’asilo e cameriera, prima di intraprendere l’attuale carriera da cantante.

Alla fine del 2017 si era presentata alle audizioni di HaKokhav HaBa, cantando Rude Boy di Rihanna e aveva ottenuto l’approvazione da parte dell’82% del pubblico.

Il 13 febbraio 2018 è stata dichiarata vincitrice del programma, garantendosi la possibilità di cantare per la sua nazione sul palco dell’Eurovision a Lisbona. Qui non ci sono stati dubbi sulla sua bravura.

Netta, oltre ad essere la vincitrice del festival canoro, è un vero e proprio punto di riferimento per la comunità LGBT.