x

x

Migliori Film Lgbt 2022

Cinque film Lgbt usciti quest’anno 

Sono tante le pellicole arcobaleno che quest’anno sono arrivate sul grande e piccolo schermo. Oltre all’attesissima commedia sentimentale Bros, uscita nelle sale italiane il primo novembre, sono tanti i film da guardare che hanno come tema l’omosessualità. Tra quelli usciti quest’anno c’è Fire Island, che racconta di due amici (Booster e Bowen Yang) che partono per un fine settimana di vacanza. Una storia scritta e interpretata da Joel Kim Booster uscita in tv nel mese del Pride. 

Amore gay in divisa

Da non perdere anche The Policeman, film ambientato in Inghilterra, nella Brighton degli anni ’50, quando l’omosessualità era ancora un reato. È un adattamento cinematografico del romanzo queer scritto nel 2012 da Bethan Roberts e in Italia ancora inedito che racconta di Marion (Lily James), un’insegnante che si innamora di Tom, un poliziotto gay, a sua volta coinvolto sentimentalmente da Patrick, curatore di un museo che gli apre gli occhi sul proprio orientamento sessuale. L’attore Harry Styles interpreta Tom, il protagonista. 

La pellicola sulla liceale trans

Altra commedia romantica da non perdere è ‘What if’, diretto dall’attore Billy Porter di Pose, che parla di una liceale transgender afroamericana. Da guardare assolutamente al cinema anche il film My Fake boyfriend, interpretato da Keynan Lonsdale che indossa i panni di un giovane che si crea un finto fidanzato pur di tenere l’ex lontano dalla sua vita. Uno stratagemma che gli si ritorce contro quando incontra il vero amore nella vita reale. 

Esordio alla regia per Beppe Fiorello con Stranizza d’Amuri, film che racconterà il terribile fatto di cronaca avvenuto esattamente 40 anni fa e passato alla storia come il Delitto di Giarre. Era l’ottobre del 1980, in provincia di Catania. Il 25enne Giorgio Agatino Giammona e il 15enne Antonio Galatola furono trovati morti, mano nella mano, uccisi da un colpo di pistola. Tutti li conoscevano in paese come «i ziti» (“i fidanzati”). Pochi giorni dopo il ritrovamento dei due corpi venne arrestato un nipote di Antonio, all’epoca dei fatti 12enne, Francesco Messina. Inizialmente, il ragazzino sostenne che i mandanti fossero proprio i due fidanzati, e che se non avesse sparato lo avrebbero ucciso. In un secondo interrogatorio, Messina raccontò di essere stato minacciato dai Carabinieri stessi: se non avesse confessato, avrebbero fatto arrestare il nonno. Passati quasi 40 anni, il Delitto di Giarre rimane un mistero irrisolto. Sebbene non si sia mai arrivati all’individuazione di un vero colpevole, le piste investigative portarono sempre al 13enne Messina, a quanto pare incaricato di uccidere i due dalle loro stesse famiglie, e pare con il benestare dei due giovani, convinti che non avrebbero mai potuto vivere serenamente la loro vita di coppia. Era l’Italia dei primi anni ’80, con l’opinione pubblica di fatto costretta a riconoscere l’esistenza di un problema di discriminazione contro gli omosessuali.za a Fire Island, celebre località gay d’America, insieme a un gruppo di amici.