x

x

Cara Delevigne 2019: il gender fluid e le Principesse Disney

La top model inglese ha raccontato come i personaggi stereotipati dei cartoni animati abbiano influenzato negativamente sull’accettazione della propria sessualità.

Cara Delvigne 2019: “Le principesse Disney amano sempre gli uomini. Non diventerò una principessa se non lo faccio anch’io”

Intervistata da Ru Paul, drag queen star della televisione, nel podcast What’s the Tee? With Michelle Visage, Cara Delevigne ha parlato ancora della sua sessualità. La 26enne sarà la prossima guest del reality show Drag Race condotto proprio da Ru Paul.

L’attrice e modella inglese ha fatto coming out nel 2015, diventando di fatto una portavoce del gender fluid. La super modella, che ora fa coppia fissa con Ashley Benson, ha sempre affermato di non amare uomini o donne, ma di essere attratta dalle persone. Nella chiacchierata con Ru Paul, Cara ha sottolineato quanto sia stato lungo e difficile il percorso che l’ha portata ad accettarsi. La testimonial di Rimmel London e Chanel ha allora ricordato la sua infanzia.

https://www.instagram.com/p/Bvk_hjgA4HT/

 

Cresciuta con un educazione di tipo tradizionale, la bionda era sempre circondata da libri e film. Così il discorso si è spostato proprio sulle fiabe Disney e su come lei sia stata fortemente influenzata dall’idea di amore portato avanti in questi racconti. Le favole sempre incentrate sulle principesse innamorate dei loro principi, hanno influito in maniera profonda sulla costruzione della sua identità. La Disney ha sempre messo in scena un solo e unico tipo di amore, facendo passare il messaggio che la realizzazione della donna fosse sempre vincolata alla protezione da parte del suo amato. Tutte queste dinamiche, dalle quali non si sentiva rappresentata, hanno creato in lei un forte senso di frustrazione e disagio.

La londinese ha dichiarato:

“Pensavo ‘tutte le principesse Disney amano gli uomini. Non diventerò mai una principessa se non lo faccio’, capite cosa intendo?”

https://www.instagram.com/p/Bvi3jQLgIRC/

 

E ha continuato:

“Non ho mai voluto davvero accettare la mia sessualità. Era come se mi venisse da pensare ‘Le principesse Disney amano sempre gli uomini. È così. Non diventerò una principessa se non lo faccio anch’io'”.

Secondo Cara, dunque, la Disney “potrebbe fare una grande differenza in questo mondo”, smettendo di proporre nelle sue storie amori di un solo tipo magari:

“Gli studios possono fare la differenza a livello mondiale, a patto che abbandonino gli stereotipi di genere e escano dalle zone dell’etero-normatività”.

https://www.instagram.com/p/BuGriLYAZx7/

Pare però che in casa di Mickey Mouse siano intenzionati a fare passi in avanti in questo senso. Il primo giungo 2019 è in programma infatti a Disneyland Paris il Magical Pride, ovvero il primo gay pride ad avere luogo in un parco a tema del colosso statunitense. Inoltre nel prossimo film, Jungle Cruise, il colosso ha annunciato che ci sarà il primo personaggio apertamente omosessuale della storia della storia Disney.

https://www.instagram.com/p/BvwpLfqHpxF/